AVVISO AI VISITATORI

A seguito del progetto di un nuovo collegamento funiviario tra Frachey e il Colle Superiore delle Cime Bianche nell'area protetta del Vallone delle Cime Bianche (Ambienti glaciali del gruppo del Monte Rosa, SIC/ZPS IT1204220), nonostante il sito rappresenti un impegno ormai ventennale portato sempre avanti con continuità, passione e dedizione, il webmaster non ritiene più opportuno indirizzare migliaia di escursionisti in una valle che non ha imparato ad amare, rispettare e proteggere se stessa, a meno che non intervengano elementi che scongiurino l'ennesimo attacco al suo ambiente.
Alla prima scadenza del dominio ayastrekking.it dopo l'apertura dei cantieri, pertanto, questo non verrà più rinnovato. Contemporaneamente verranno messi offline tutti i servizi associati, il canale YouTube e il forum.

AyasTrekking.it fa parte del gruppo di lavoro "Ripartire dalle Cime Bianche" che ha come scopo lo sviluppo in Ayas di un nuovo modello di turismo sostenibile e attento alle nuove necessità e richieste del mercato nazionale e internazionale.

Il webmaster

Per saperne di più visita il mini-sito Cime Bianche!

Questo messaggio viene visualizzato una sola volta per sessione

Informativa: questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Continuando la navigazione o cliccando sul pulsante OK acconsenti all'uso dei cookie.
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Delicious Condividi su Technorati
2008
Il 2008 non inizia sotto i migliori auspici causa influenza, pertanto per me non c'è verso di rimettere i piedi in montagna per un bel pezzo. La prima camminata, o meglio ciaspolata, è il 20 gennaio, con una meta classica come il Pian di Verra Superiore, scelta anche a causa del rischio valanghe molto alto. Una volta sceso abbondantemente questo rischio riusciamo finalmente a raggiungere il rifugio Grand Tournalin, per la prima volta in invernale. Una settimana più tardi l'influenza colpisce alcuni partecipanti, ma i superstiti raggiungono la Punta Palasina navigando nella neve molle per quasi 5 ore. Viene poi il momento di cambiare temporaneamente zona, conquistando le vette del Mombarone e del M. Barone. La tanto attesa primavera però si rivelerà essere assolutamente sfavorevole dal punto di vista meteorologico, con neve a quote medio-basse e pioggia tutti i giorni. Ciononostante l'8 giugno sarà un successo la salita alla Punta Valnera. Il 22 dello stesso mese è la volta della classica escursione al Palon di Resy e ai sottostanti laghi con Stefano, camminatore alle primissime armi che però saprà dire la sua su un terreno facile ma non familiare. Una settimana dopo tocca alla ripetizione del M. della Nonna. Il lunedì successivo si decide di andare al Gran Lago di Tzère, ma una volta in cammino la pioggia fa ritenere pericolosa l'impresa: sarà così il Mezzalama la meta raggiunta in giornata. Il secondo tentativo, che vede il ritorno di Davide su queste pagine, va invece a segno. Segue l'impegnativa e attesissima salita al Nery, già tentata nove mesi prima sul versante opposto.
Il mese di agosto si apre con la conquista del M. Taille seguito dal M. Rosso. Dopo una giornata passata ad arrampicare ad Arnad si ritorna in cammino, con la doppia salita al m. Cavallo (escursione 12b) e al Colle Rothorn (escursione 38b) con la quota 2780 come bonus, e alla Testa di Comagna (escursione 47). Segue l'impegnativo tour del Palon di Resy. Nei giorni successivi ci saranno il ritrovo con polenta a Resy e la 1° giornata ufficiale di arrampicata sportiva di AroundAyas al rifugio Arp. Il giorno dopo salta per motivi meteorologici la prevista salita al Guide d'Ayas a scopo traversata del Castore, e così ancora mezza giornata di arrampicata, questa volta a Pontey (in quest'occasione per la prima volta chiuderò un 4b da primo). La camminata successiva avrà come meta il Grand Tournalin: raggiunto con successo in una splendida giornata di sole. Il giorno dopo è la volta del Tantanè, certo non una novità ma con salita via Colle Pillonet. Viene poi la volta di ritracciare il sentiero per il Colle Superiore delle Cime Bianche (escursione 5), e per l'occasione la giornata viene arricchita con la salita alla Gran Sommetta e l'avventurosa traversata della Punta Sud delle Cime Bianche (variante 5b). Due giorni dopo è positivo il primissimo impatto con una via ferrata, la Dje Désò di Valtournenche, e al ritorno si fanno le valigie: dopo un giorno incerto il tempo volge al bello, ed è la volta della tanto attesa traversata del Castore, con pernottamento al Guide d'Ayas e ritorno via Quintino Sella: un'altra ottima nuova esperienza. Le vacanze si concludono poi con la traversata integrale del sentiero 1b dal m. Rena al m. Taf e soprattutto con la salita al Testa Grigia, con condizioni meteo perfette a rendere più duro il ritorno a casa!
La seconda domenica di settembre è comunque una splendida giornata di sole che ci permette di salire fino al M. Rosso e raccogliere i dati ancora mancanti alla pubblicazione dell'itinerario 46; due settimane dopo invece una nevicata ci costringerà a rinunciare al Rothorn a poche decine di minuti dalla meta, mentre il 12 ottobre la salita alla Grigna Meridionale via Canalone Porta è un pieno successo. Altre due settimane dopo è la volta di un'uscita con arrampicata alla falesia di Extrepieraz, e superato un momento di stop si ritorna a camminare, con la salita al M. Barone, cima già conosciuta ma, al tempo, con condizioni meteo pessime. In questo caso la giornata si rivela magnifica, e il panorama davvero quasi illimitato.
L'ultima camminata dell'anno, questa volta con le racchette da neve, porta ancora me e Massi da Porossan all'alpe Viou inferiore.
Il 2008 si conclude poi con mille nuovi interessatissimi progetti per l'estate successiva.
20 gennaio - St.-Jacques - Pian di Verra Superiore
Con Marco prima di ripartire dall'innevatissimo Pian di Verra Superiore.
17 febbraio - St.-Jacques - rifugio Grand Tournalin
Con Marco di fronte al Grand Tournalin in una giornata assolutamente perfetta.
24 febbraio - Estoul - Punta Palasina
Altra gran giornata di sole e soprattutto di neve molle, altra meta raggiunta: ecco la cima con Bruno, Marco, Federico, Toto e Grey.
24 marzo - Santuario di Graglia - Colma di Mombarone - Punta Tre Vescovi

Pasquetta. La camminata di oggi, comprendente un dislivello complessivo di oltre 1600 metri e un ritorno con vento a più di100 Km/h, è fuori dalla Val d'Ayas, ma porta in vista delle cime della bassa valle.
Nelle foto sono con Nicola e Massi al rifugio Mombarone e sull'omonima cima.

6 aprile - Coggiola/Piane del Rivò - M. Barone

Altra montagna fuori Ayas, ma questa volta con minore dislivello (poco più di 1000 m).: con Massi a quota 2044 sulla cima del M. Barone. Condizioni meteo sfavorevoli nel pomeriggio con neve e pioggia, panorama purtroppo nullo.

8 giugno - Estoul - Laghi di Estoul - Colletto e Punta Valnera - Rifugio Arp
È la primavera più piovosa degli ultimi 200 anni: non da stupirsi se questa bella camminata viene in parte accompagnata da pioggia e nevischio che comunque non impediscono di raggiungere le mete prefissate. Nella foto il gruppo al sole sulla Punta Valnera.
22 giugno - St.-Jacques - Resy - Palon e Laghi di Resy - Fiery
La prima domenica di questa tanto attesa estate vede calcare i sentieri di Ayas un nuovo camminatore: ecco la foto con Stefano sulla cima del Palon di Resy.
29 giugno - Champoluc - Mascognaz - M. della Nonna
A quasi un anno dalla mia prima salita sul M. della Nonna, ecco la foto di vetta con Giovanni, Massimo e Lauretta.
7 luglio - St.-Jacques - Valletta di Tzère - rifugio Mezzalama
La meta prefissata, il Gran Lago di Tzère, è stata rimandata causa pioggia. Ma la discesa via Valletta di Tzère ci porta al Pian di Verra Inferiore, da cui partiamo per raggiungere il Mezzalama. Nella foto, con Giovanni e Lauretta di fronte al rifugio.
20 luglio - St.-Jacques - Bivacco Città di Mariano - Gran Lago di Tzère

Si ritenta, questa volta con successo (nonostante l'immancabile pioggia non prevista sulla via del ritorno), la salita al Gran Lago di Tzère via bivacco Città di Mariano.
Nella foto in alto la "bandiera" di AroundAyas è retta da Giovanni e Davide davanti al bivacco; in basso invece da Lauretta e Davide al Gran Lago di Tzère, ancora parzialmente ghiacciato nonostante la stagione avanzata.
27-29 luglio - Tollegnaz - bivacco Cravetto - Colle Chasten - M. Nery
Finisce la lunga attesa per la conquista del Nery: ecco la foto ufficiale di vetta con Massi.
La salita è stata spezzata in due giorni, con pernottamento al bivacco Cravetto.
La descrizione della salita è nell'itinerario alpinistico 5. Vedi anche il diario "Tutti pazzi per il Nery".
2 agosto - Estoul - Colle Ranzola - M. Rena - M. Taille - P.ta Regina
Anche la camminata di oggi finisce su un'inaspettata cima ancora non documentata: il M. Taille (escursione 29+variante 29b).
Nella foto sono con Lauretta sul Rena, sulla via del ritorno.
3 agosto - St.-Jacques - Laghi di Resy - M. Rosso
Con Davide sulla vetta del M. Rosso (escursione 46) con la bandiera di AroundAyas in un'altra eccezionale giornata di sole.
La discesa ha compreso una prima parte di esplorazione dello sconosciuto versante nord-ovest del Palon di Resy e la scoperta di una nuova incisione rupestre.
4 agosto - Arnad
Giornata atipica con (prima) lezione di arrampicata alla falesia di Arnad.
Nel collage di foto, da sinistra Davide su Barbapapà, Giovanni su Platters, Lauretta su Topo Pazzo e io su Barbapapà.
5 agosto - Frachey - M. Cavallo - Colle Rothorn - Quota 2780
Con Renato, Lauretta, Davide e Giovanni sulla vetta del M. Cavallo (escursione 12+12b).
La gita proseguirà sul nuovissimo sentiero per il Colle Rothorn, e da lì sulla vicina quota 2780 (variante 38b).
7 agosto - Brusson - Col de Joux - Testa di Comagna - Extrepieraz
Bella salita da Brusson alla Testa di Comagna con Lauretta. Ritorno (con temporale finale) via Extrepieraz (escursione 47).
8 agosto - tour del Palon di Resy
Con Davide, Lauretta e Giovanni durante l'avventuroso percorso attorno al Palon di Resy. Questa gita è stata programmata allo scopo di effettuare il rilievo della roccia incisa scoperta 5 giorni prima.
È disponibile il video della giornata.
9 agosto - Resy
Ritrovo con polenta a Resy. Ecco la foto di gruppo con Lauretta, Giovanni, Maurizio e Massi.
10 agosto - falesia del rifugio Arp
Prima giornata ufficiale di arrampicata del forum AroundAyas alla palestra di roccia nei pressi del rifugio Arp, con la partecipazione di Davide, Lauretta, Massi e Giovanni (e la presenza - non in foto - di Maurizio e Valeria).
11 agosto - falesia di Pontey
Ancora mezza giornata di arrampicata sportiva in sostituzione della prevista traversata del Castore, annullata a causa delle condizioni meteo in peggioramento.
Da sinistra Massimo, Patrizia, Lauretta, Giovanni ed io.
13 agosto - Mandriou - Grand e Petit Tournalin
La lunga camminata da Mandriou al Grand Tournalin "the big T" (escursione 35 + 35b) è coronata dal successo, e arricchita da una serie di incontri molto ravvicinati con un branco di stambecchi.
Ecco la foto di vetta con Giovanni e Lauretta.
14 agosto - Barmasc - Colle Pillonet - m. Tantanè - Colle Portola - Barmasc
Concluso per la prima volta l'anello Barmasc - Tantanè, collegando i colli Pillonet (escursione 48) e Portola attraverso la lunga e frastagliata cresta che li separa (variante 48b). Il ritorno diventa un percorso alla ricerca di creste esposte, per migliorare allenamento alle rocce e abitudine al vuoto.
Nella foto, la cima del Tantanè con Giovanni e Lauretta.
16 agosto - Colli Superiore e Inferiore delle Cime Bianche - Gran Sommetta - Pointe Sud

Giro ad anello intorno alle Cime Bianche: dal Colle Superiore all'inferiore, con salita alla Gran Sommetta e traversata della Pointe Sud.
Nella foto a sinistra, con Giovanni e Lauretta sulla Gran Sommetta e con Lauretta sulla Pointe Sud.
Il percorso è descritto negli itinerari 5 e 5b.
18 agosto - Valtournenche
Primissimo positivo incontro con una via ferrata: eccomi con Giovanni e Lauretta sul ponte tibetano della via Dje Désò di Valtournenche.
20-21 agosto - Traversata del Castore

Due meritate foto per questa splendida, tanto attesa e due volte rimandata per motivi meteorologici uscita alpinistica di due giorni: salita al rifugio Guide d'Ayas e pernottamento, con salita al Castore dal versante ovest e discesa al rifugio Quintino Sella.
Con Lauretta, Marco e Giovanni sulla cresta ovest e in vetta.
Foto Mauro Cout.
Il percorso è descritto nell'itinerario alpinistico 4.
24 agosto - Testa Grigia

Una giornata eccezionale permette a tutto il gruppo di chiudere in bellezza le vacanze con la salita al Testa Grigia e al bivacco Ulrich Lateltin (escursione 20).
Nella foto, con Massimo, Giovanni, Patrizia, Lauretta e Barbara in vetta al Testa Grigia e poi sul m. Pinter, nei pressi del bivacco.
8 settembre - Palon di Resy, laghi di Resy e M. Rosso
La ricerca della via più "documentabile" per salire sul Rosso è coronata dal successo: nella foto sono con Giovanni, Lauretta e Massi in vetta.
La giornata è allietata anche dall'avvistamento di un branco di stambecchi con piccoli, una coppia di aquile e un capriolo.
Il percorso è descritto nell'itinerario 46.
12 ottobre - Grigna Meridionale via Canalone Porta
Uscita alpinistica fuori da Ayas per questa volta: eccomi con Nicola, Massi, Lauretta e Giovanni in vetta alla Grigna Meridionale, raggiunta risalendo integralmente il famoso Canalone Porta.
26 ottobre - falesia di Extrepieraz
La progettata polenta di fine stagione si trasforma, complice un'altra magnifica giornata, in una nuova occasione per arrampicare!
Nella foto sono con Maurizio, Lauretta, Marco, Giovanni, Massi e Nicola di fronte a una delle pareti della falesia. Presenti ma non fotografate Lucia e Katia.
17 novembre - Coggiola/Piane del Rivò - M. Barone
Dopo la grigia salita del 4 aprile, ecco il ritorno in vetta al M. Barone, cima che a dispetto della quota non certo elevatissima può vantare un panorama davvero invidiabile, soprattutto in una giornata così serena.
Nella foto, con Massi a fianco della tavola orientativa.
29 dicembre - Porossan - Blavy - A. Viou inferiore
L'anno si conclude con la risalita degli oltre 1300 metri di dislivello che separano l'alpe Viou inferiore da Porossan.
Nella foto, con Massi sulla fontana sepolta dalla neve.
Torna all'album fotografico

Home page