AVVISO AI VISITATORI

A seguito del progetto di un nuovo collegamento funiviario tra Frachey e il Colle Superiore delle Cime Bianche nell'area protetta del Vallone delle Cime Bianche (Ambienti glaciali del gruppo del Monte Rosa, SIC/ZPS IT1204220), nonostante il sito rappresenti un impegno ormai ventennale portato sempre avanti con continuità, passione e dedizione, il webmaster non ritiene più opportuno indirizzare migliaia di escursionisti in una valle che non ha imparato ad amare, rispettare e proteggere se stessa, a meno che non intervengano elementi che scongiurino l'ennesimo attacco al suo ambiente.
Alla prima scadenza del dominio ayastrekking.it dopo l'apertura dei cantieri, pertanto, questo non verrà più rinnovato. Contemporaneamente verranno messi offline tutti i servizi associati, il canale YouTube e il forum.

AyasTrekking.it fa parte del gruppo di lavoro "Ripartire dalle Cime Bianche" che ha come scopo lo sviluppo in Ayas di un nuovo modello di turismo sostenibile e attento alle nuove necessità e richieste del mercato nazionale e internazionale.

Il webmaster

Per saperne di più visita il mini-sito Cime Bianche!

Questo messaggio viene visualizzato una sola volta per sessione

Informativa: questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Continuando la navigazione o cliccando sul pulsante OK acconsenti all'uso dei cookie.
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Delicious Condividi su Technorati
2010
Il 2010 inizia con una giornata di preparazione tecnica ad Oropa, seguita una settimana dopo dalla prima gita CAI dell'anno.
Il ritorno in Valle d'Aosta è in febbraio, con la salita verso lo Zerbion (non completata per motivi di sicurezza). La successiva gita CAI è il 18 aprile, con meta il M. delle Figne, la cima più elevata del Parco delle Capanne di Marcarolo, ma precede purtroppo un prolungato periodo meteorologicamente sfavorevole che si protrae fino a metà maggio: ricomincia così il cammino in valle, prima con l'anello Tollegnaz - Grün - Moulaz - Allesaz (senza foto) e poi con la traversata della Testa di Comagna da Brusson.
Il maltempo ci mette poi ancora lo zampino, finchè alla fine di giugno torna il momento di calpestare ancora i sentieri della valle: è la volta del percorso ad anello Estoul - rifugio Arp - Laghi di Valnera - Colle di Valnera - Punta Valfredda - Colletto di Valnera - Punta Valnera con discesa via cresta sud-est - Bocchetta di Eclou - Laghi di Estoul - Estoul.
La settimana successiva c'è il primo ghiacciaio della stagione, con la salita alla Testa del Rutor via rifugio Deffeyes, seguita dall'ultima escursione sezionale CAI prima della pausa estiva, con meta Corno Bussola, e da un'altra salita fuori valle, al M. Fallere. Prima delle vacanze vere e proprie c'è ancora il tempo di conquistare la vetta dell'Avic (itinerario alpinistico 8). Passa una sola settimana e, con la partenza per le tanto sospirate vacanze, arrivano due nuovi 4000 "di casa": la Roccia Nera e la Quota 4106 o "Gemello del Breithorn" (itinerario alpinistico 9); poco dopo si torna sul M. Bettaforca, aggiungendo ala gita la traversata dell Quota 2963 (escursione 38 + variante 38a). Seguono alcuni giorni di riposo in vista della più impegnativa, attesa e per certi versi anche temuta salita al Lyskamm Occidentale (itinerario alpinistico 10) prima che il tempo volga al brutto, sfortunatamente per un periodo piuttosto prolungato, rovinando parte delle vacanze che quest'anno non saranno certo ricordate per condizioni meteorologiche particolarmente favorevoli.
Non potendo puntare a vette più elevate a causa del rischio di pioggia (nei giorni successivi la neve scenderà fino a quote di poco superiori ai 2000 metri), con l'aggiunta di Lorena si torna a spasso in bassa valle, prima al percorso delle miniere di Ciamousira (escursione 53) e poi alla Testa di Comagna (escursioni 47 e 47b).
La settimana successiva ci sarà una serie di piccole gite finalizzate soprattutto all'aggiornamento di alcuni vecchi itinerari (1 e 9 + variante 1c in preparazione) ma anche alla preparazione di nuovi (escursione 54 e variante 54b) finchè, alla fine delle vacanze, il tempo finalmente concede l'ultima lunga camminata, con il ritorno a Gran Cima, M. Perrin e Corno Vitello (itinerari 43 e 43b).
Dopo la pausa estiva ricominciano le gite del CAI Vercelli: la prima, il 12 settembre, è alla Becca di Viou, e per concludere l'estate la settimana successiva c'è il ritorno nel Parco dell'Avic con una camminata di due giorni alla scoperta di alcuni dei suoi innumerevoli laghi. L'arrivo di una serie interminabile di ben 13 domeniche di maltempo consecutive tarpa le ali a tutti i successivi progetti, portando a prematura conclusione l'anno montano.
17 gennaio - Oropa
Inizia un nuovo anno in montagna, in questo caso con Elena, Giovanni, Lauretta e Massi ad Oropa per un'esercitazione ARTVA.
24 gennaio - Pragelato
Prima gita CAI Vercelli / Casale Monferrato dell'anno sulle nevi di Pragelato (TO).
7 febbraio - Promiod - cresta ovest dello Zerbion
Con Lauretta e Giovanni sulla cresta ovest dello Zerbion.
18 aprile - M. delle Figne
Gita del CAI Vercelli al M. delle Figne: foto di gruppo in vetta.
23 maggio - Brusson - Col de Joux - Testa di Comagna - Col Tzècore - Col de Joux - Brusson
Con Stefano sulla vetta della Testa di Comagna.
27 giugno - Estoul - rifugio Arp - P.ta Valfredda - P.ta Valnera - Laghi di Estoul - Estoul
Splendida camminata di inizio stagione, prolungata e resa più interessante cammin facendo: nella foto, con Davide e Alberto sulla Punta Valfredda.
4-5 luglio - La Joux - rifugio Deffeyes - Testa del Rutor
Prima uscita alpinistica su ghiacciaio dell'anno con salita alla Testa del Rutor via rifugio Deffeyes.
Nella foto, con Giovanni e Lauretta in vetta di fronte al Ghiacciaio del Rutor, con il Monte Bianco e le Grandes Jorasses sullo sfondo.
11 luglio - Estoul - Corno Bussola - rifugio Arp
Giornata non baciata dal sole quanto dalla pioggia, ma vetta comunque raggiunta: nella foto, con Massi, Giorgio e il gruppo del CAI Vercelli nei pressi del Lago Battaglia, durante il cammino di ritorno dal Bussola.
18 luglio - Vetan - M. Fallere
Giornata assolutamente perfetta, con salita su una nuova cima, il M. Fallere (m. 3061), il terzo "over 3000" in tre settimane. A sinistra la foto di gruppo in vetta con Giovanni e Lauretta.
25 luglio - Veulla - M. Avic
Per il terzo anno consecutivo l'ultima domenica di luglio porta grande fortuna: dopo il Nery nel 2008 e la Piure nel 2009, l'importante cima raggiunta nel 2010 è il M. Avic, la vetta più elevata del Parco Naturale a cui dà il nome. La salita ha compreso un dislivello di oltre 1700 metri e il superamento di alcuni passaggi di II in salita e in discesa (itinerario alpinistico 8).
Nella foto, con Henry, Giuliof, Lauretta, Giovanni e Alberto in vetta.
31 luglio - 1° agosto - Rifugio Guide di Ayas - Roccia Nera - Quota 4106
Importante e spettacolare salita alla Roccia Nera e alla Quota 4106, con partenza dal Rifugio Guide di Ayas (itinerario alpinistico 9).
A sinistra la foto scattata in vetta alla Quota 4106, con Massi, Lauretta e Giovanni.
4 agosto - Champoluc - Crest - M. Bettaforca - Quota 2962
Foto di gruppo con Davide, Giovanni, Lauretta e Massi sulla vetta del M. Bettaforca (escursione 38).
La gita continuerà con la divertente traversata della rocciosa vicina Quota 2963 (variante 38 a).
8-9 agosto - Rifugio Quintino Sella - Lyskamm Occidentale
Una salita impegnativa quella di oggi: nella foto, con Massi sulla vetta del Lyskamm Occidentale (itinerario alpinistico 10), la vetta più elevata raggiungibile da Ayas.
12 agosto - Percorso delle miniere e Graines
Una giornata di tempo incerto con breve escursione e visita al Castello di Graines con Lorena, tornata fortunatamente in valle anche quest'anno, e Barbara.
13 agosto - Col de Joux - Testa di Comagna - Col Tzecore - Col de Joux
Un giorno parzialmente soleggiato, ma non ancora adatto a gite a quote più elevate: nella foto, con Barbara e Lorena sulla vetta della Testa di Comagna (escursioni 47 e 47b).
21 agosto - Estoul- Rifugio Arp - Laghi di Valfredda - Gran Cima - M. Perrin - Corno Vitello e sperone sud
Dopo un periodo troppo lungo rovinato dal tempo assolutamente inadatto alle cime "come si deve", ecco finalmente il ritorno oltre quota 3000 con una camminata lunga (una ventina di chilometri) e tosta come deve essere l'ultima gita delle vacanze (itinerari 43 e 43b), resa ancora più interessante dall'avvistamento di stambecchi, pernici bianche, un ermellino e un'aquila.
Nelle foto a sinistra, dall'alto:
- Gran Cima (3020), con Barbara, Giovanni, Alberto e Lauretta;
- M. Perrin (2974), con Lauretta, Barbara e Alberto;
- Corno Vitello (3057), con Lauretta e Alberto;
- Sperone sud del Corno Vitello (2972), con Lauretta.
12 settembre - Blavy - Alpe e Colle di Viou - Becca di Viou
La gita CAI di settembre è fortunatamente allietata dal bel tempo: nella foto il gruppo all'Alpe di Viou, in pausa durante la salita alla Becca di Viou.
19-20 settembre - Voella - Lago della Serva - rifugio Barbustel - Gran Lago - Lac Gelè
Con Valeria e Maurizio durante la lunga camminata ad anello (ma spezzata in due giorni con pernottamento al Barbustel) che conclude degnamente l'estate del 2010.

Torna all'album fotografico

Home page