AVVISO AI VISITATORI

A seguito del progetto di un nuovo collegamento funiviario tra Frachey e il Colle Superiore delle Cime Bianche nell'area protetta del Vallone delle Cime Bianche (Ambienti glaciali del gruppo del Monte Rosa, SIC/ZPS IT1204220), nonostante il sito rappresenti un impegno ormai ventennale portato sempre avanti con continuità, passione e dedizione, il webmaster non ritiene più opportuno indirizzare migliaia di escursionisti in una valle che non ha imparato ad amare, rispettare e proteggere se stessa, a meno che non intervengano elementi che scongiurino l'ennesimo attacco al suo ambiente.
Alla prima scadenza del dominio ayastrekking.it dopo l'apertura dei cantieri, pertanto, questo non verrà più rinnovato. Contemporaneamente verranno messi offline tutti i servizi associati, il canale YouTube e il forum.

AyasTrekking.it fa parte del gruppo di lavoro "Ripartire dalle Cime Bianche" che ha come scopo lo sviluppo in Ayas di un nuovo modello di turismo sostenibile e attento alle nuove necessità e richieste del mercato nazionale e internazionale.

Il webmaster

Per saperne di più visita il mini-sito Cime Bianche!

Questo messaggio viene visualizzato una sola volta per sessione

Informativa: questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Continuando la navigazione o cliccando sul pulsante OK acconsenti all'uso dei cookie.
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Delicious Condividi su Technorati
2014
La Valtournenche ospita la prima uscita del CAI Vercelli del 2014: i 41 partecipanti non avrebbero potuto desiderare condizioni meteo migliori. Leggermente meno fortunata la seconda uscita, in Valsesia, con una bufera a fermare il gruppo a poche centinaia di metri dalla meta.
Una settimana dopo un gruppo più ridotto raggiunge la Croce di Fana sotto un'incessante nevicata.
In marzo il meteo migliora, e consente 5 domeniche in montagna consecutive e con notevolissimo innevamento: 3 metri al Mottarone, 2.80 al Pizzo Tracciora. Ancora sole sulla Pointe de la Pierre, e successo nella ricerca dell'unica zona buona la domenica successiva con una gita in Val di Susa; chiude il mese l'ultima ciaspolata della stagione, nel Vallone di S. Grato fino all'Alpe Muni a caccia di immagini per il documentario "Le Dame di Challand".
Il 6 aprile apre le gite "turistiche" del CAI, con la traversata Levanto-Monterosso gratificata da oltre 110 partecipanti. Quote lacustri per il sopralluogo alla Montisola del 13, e ritorno al M. Rama per sfuggire al meteo sfavorevole sulle Alpi. Il maltempo da qui andrà purtroppo a caratterizzare i mesi successivi. Le due gite di maggio si salvano a stento, con una passeggiata nel Parco del Gran Paradiso a Ceresole Reale e l'ambo classico M. Soglio - Cima Mares.
Giugno si apre con una soleggiata ma ventosa Tete de la Cou seguita da un'altra coppia "obbligata" di cime, la Becca d'Aver e la Cima Longhede. Miracolata la salita notturna al Mombarone, con una splendida alba che risulterà però solo una fortunata pausa tra le piogge.
Luglio risulterà essere il più piovoso degli ultimi 70 anni; la salita del 14 al Col Bassac Déré dalla Val di Rhêmes vede alternarsi pioggia e sole, e il Grand Tournalin - di cui viene raggiunta per la prima volta anche la cima nord (itinerario alpinistico 12) - è immerso nelle nubi.
Agosto è più fortunato; le temperature si manterranno stabilmente sotto la media ma il sole consentirà diverse uscite interessanti, che si aprono con l'atteso abbinamento Punta Champlong - M. Soleron (nuovi itinerari 59 e 59b), comprendenti anche il felice ritorno di Lauretta e Giovanni su queste pagine. La Tersiva era un'altra vetta molto attesa, e viene raggiunta l'11. Solo 3 giorni dopo è la volta di un'altra "prima" di AyasTrekking, la salita al Ciosè - vetta messa da parte dopo l'improponibile salita di ormai molti anni prima - via cresta, che diventa il nuovo itinerario alpinistico 2. Ancora soli due giorni e si torna sull'Alta Luce, in Valle di Gressoney, e dopo un altro giorno (dovuto) di riposo è la volta della Becca d'Aran, raggiunta da Cheneil in una bella - seppur non calda, come il 2014 ha insegnato ad accettare - giornata di sole. Tre giorni dopo, mentre la fine delle vacanze si avvicina inesorabilmente, raggiungiamo il Rifugio Gonella, sul Ghiacciaio del Miage, nel gruppo del Bianco.
Chiudono il periodo di vacanza in valle la salita alla Punta Palasina (escursione 27) e al Bec de Fontaney, da Porliod via Cuney.
Il fortunato mese di agosto si conclude infine con la prima gita CAI dopo la pausa estiva, la salita al M. Glacier.
Settembre si apre con due giorni consecutivi in montagna, prima con la salita al Col de Tachuy da La Thuile/La Joux via Laghi di Bellecombe e poi con il raggiungimento del Taou Blanc, m. 3438, dal Rifugio Savoia al Colle del Nivolet. Terzultima e penultima gita CAI con tempo incerto, la prima al M. Capezzone da Campello Monti e la seconda al familiare Zerbion (escursione 4). Escursione nella selvaggia Valpelline il 19 ottobre, dalla diga di Place Moulin alla Petite Tête de Bella Tsa: una salita vagamente avventurosa a causa di indicazioni incerte. L'ultima escursione di ottobre, il 27, è alla Cima Mutta, in Valsesia.
Il 1° novembre il meteo consente l'ultimo 3000 del 2014: tocca al Corno Vitello (escursione 43). Il giorno successivo, un folto gruppo inanella una serie di cime nel Biellese, con il concatenamento della Colma di Mombarone, del Cavalgrosso, del Cavalpiccolo e della Torretta. Il 9 novembre vede concludersi, con la salita alla Croce di Fana - ormai sul limite della quota neve - il programma escursionistico 2014 del CAI Vercelli. La stagione autunnale si può poi considerare conclusa il 23 novembre, con la "conquista" della vetta della Res o Bec d'Ovaga.
Il 28-29 dicembre si rinnova - e conclude felicemente l'annata - la tradizione del week-end invernale in rifugio, questa volta al Muzio di Ceresole.
12 gennaio: Valtournenche - Salette - parte del Tour de Mande
Un'eccezionale giornata di sole inaugura il programma escursionistico 2014 del CAI Vercelli, con la prima uscita in Valtournenche. Nella foto a sinistra, una parte degli oltre 40 partecipanti.
26 gennaio: Alagna Valsesia - Scarpia - Pianmisura
Nuovo record di partecipazione sfiorato per un soffio per la seconda ciaspolata del programma ufficiale; questa volta è la salita da Alagna al Pianmisura in Val d'Otro. Ci dovremo però fermare a 200 metri dalla meta a causa di una bufera di neve.
2 febbraio: Croce di Fana
Nonostante si preveda neve tutto il giorno, un gruppo ridotto del CAI Vercelli parte per una gita non ufficiale alla Croce di Fana, raggiungendo la meta dopo una salita tra gli alberi meravigliosamente imbiancati.
2 marzo: Mottarone
Nonostante i 3 metri di neve al suolo, il Mottarone è ancora il posto più sicuro dove andare quando il rischio valanghe è ovunque 4 o 5, e salvare così dall'annullamento la prevista gita CAI.
9 marzo: Pizzo Tracciora
Giornata di gran sole per la salita all'ancora innevatissimo Pizzo Tracciora, in Valsesia.
16 marzo: Pointe de la Pierre
Una giornata ventosa ma soleggiata ci accompagna nella salita alla Pointe de la Pierre.
23 marzo, Val di Susa.
Previsioni meteo sfavorevoli, ma riusciamo ad individuare un "buco" nel maltempo in Val di Susa, che sarà la nostra meta per questa gita di fine inverno.
30 marzo: Issime - S. Grato - Alpe Muni
Ultima gita sulla neve dell'inverno 2013-2014, nel Vallone di S. Grato a raccogliere immagini per il documentario "Le Dame di Challand". L'itinerario - estivo ma percorribile anche in inverno - è descritto qui.
6 aprile: Levanto - Monterosso
La gita CAI in Liguria del 2014 fa registrare il recordo di affluenze degli ultimi anni, con oltre 110 partecipanti. Il sole primaverile delle Cinque Terre fa il resto.
13 aprile: Montisola
Sopralluogo alla Montisola, sul Lago d'Iseo, in preparazione della gita CAI del 4 maggio.
25 aprile: Passo del Faiallo - M. Rama - M. Reixa
Previsioni non ottimali sulle Alpi ma la Liguria si salva, e con essa la nostra gita lungo l'Alta Via dei Monti Liguri.
18 maggio: Ceresole Reale
Il meteo previsto in peggioramento non permette l'organizzazione di gite molto lunghe; è l'occasione per un giro nel Parco del Gran Paradiso, a monte di Ceresole Reale.
25 maggio: M. Soglio - Cima Mares
Nemmeno questa volta il sole sorride al gruppo del CAI Vercelli in marcia verso il M. Soglio e la Cima Mares. La gita si concluderà comunque fortunatamente senza pioggia.
9 giugno: Machaby - Col de la Cou - Tete de la Cou
In una giornata ventilata ma finalmente primaverile (caso isolato) torniamo al Col de la Cou, proseguendo poi fino alla Tete de la Cou.
6 luglio: Torgnon - Becca d'Aver - Cima Longhede
La prevista gita CAI al M. Capezzone viene rimandata due volte per motivi meteorologici; la terza data vede ancora tempo sfavorevole, pertanto l'escursione viene dirottata in Val d'Aosta, con mete la Becca d'Aver e la Cima Longhede. Nonostante previsioni e cielo tutt'altro che favorevoli al mattino, l'uscita sarà completamente asciutta e anche parzialmente soleggiata.
12-13 luglio: salita notturna alla Colma di Mombarone
Benchè le condizioni meteo continuino a rovinare tutti i progetti più importanti dell'estate, una finestra di poche ore di tempo favorevole consente la programmata salita notturna alla Colma di Mombarone per ammirare lo spettacolo dell'alba, arricchito questa volta dal mare di nubi sulla pianura.
14 luglio: Thumel - Rifugio Benevolo - Lago di Goletta - Col Bassac Déré
Ritorno al Col Bassac Déré, questa volta dalla Val di Rhêmes. La giornata non è particolarmente soleggiata e anzi la pioggia ci accompagnerà nella zona del Lago di Goletta, ma permette comunque di mettere a segno il primo 3000 del piovosissimo 2014.
27 luglio: Cheneil - Petit Tournalin - Gran Tournalin cima nord
In parallelo alla prevista gita CAI al Gran Tournalin da Cheneil, partendo in anticipo io e Simone riusciamo a concatenare Petit Tournalin (3200), Gran Tournalin cima sud (3370) e, per la prima volta, la cima nord (3379, PD, III). Nella foto, al ritorno dalla nord, la riunione con il gruppo che ha raggiunto la cima sud.
4 agosto: Allesaz - Moulaz - Punta Champlong - M. Soleron
Agosto si apre con la tanto attesa quanto lunga e faticosa salita alla Punta Champlong, seguita dalla traversata al M. Soleron. Tornano finalmente su queste pagine Alberto, Massi, Lauretta e Giovanni.
11 agosto: Gimillan - Punta Tersiva
Un'altra salita con sviluppo e dislivello degni di nota: da Gimillan (m. 1814) alla vetta della Punta Tersiva (m. 3513), raggiunta via Ghiacciaio di Tessonet. Le condizioni meteo non sono favorevolissime, con vento freddo in cresta, qualche goccia di pioggia durante la salita e panorama ridotto, ma il 2014 non sembra poter offrire sempre il massimo.
14 agosto: Estoul/Bra Parmasse - Colle Ranzola - M. Ciosè
A 8 anni dalla prima salita, ecco nuovamente la vetta del Ciosè, raggiunta questa volta via cresta est dal Colle Ranzola (F+, I+). I dati e le foto raccolte oggi sono servite a sostituire integralmente l'itinerario alpinistico 2, sicuramente la via più incerta di tutto il sito.
16 agosto: Gressoney La Trinitè / Stafal - Alta Luce
Ritorno sulla vetta dell'Alta Luce, a quota 3184, di fronte ai ghiacciai del Rosa, ai Lyskamm, al Balmenhorn, al Corno Nero e alla Piramide Vincent.
18 agosto: Valtournenche / Cheneil - Becca d'Aran
Finalmente una bellissima giornata di sole, ed ecco la salita ad una nuova cima, la Becca d'Aran, raggiunta da Cheneil.
21 agosto: Val Veny / La Visaille - Rifugio Gonella
Nella giornata migliore del mese saliamo ai 3071 m. del Rifugio Gonella, dopo la lunga risalita del Ghiacciaio del Miage.
23 agosto: Estoul - Laghi Palasina - Punta Palasina - Rifugio Arp
Dopo un giorno di (quasi) riposo è tempo di provare il nuovo prolungamento del sentiero 3D dal Colle Palasina Verso il Corno Vitello, e per l'occasione vengono raccolti i dati per la riscrittura dell'itinerario 27: Colle Palasina - Punta Palasina.
24 agosto: Porliod - Cuney - Bec de Fontaney
Per chiudere in bellezza le vacanze, ecco un'ultima cima: il Bec de Fontaney, raggiunto da Porliod via Oratorio di Cuney.
31 agosto: Champorcher/Dondena - M. Glacier
Ultimo giorno di agosto, ultima gita: con la salita al M. Glacier, nel Parco dell'Avic, riprende il programma escursionistico del CAI Vercelli.
7 settembre: La Thuile/La Joux - Laghi di Bellecombe - Laghi e Col de Tachuy
Una buona giornata di settembre consente la salita al Col de Tachuy, sul confine italo-francese, da La Thuile/La Joux via Laghi di Bellcombe - Laghi di Tachuy con un gruppo ristretto del CAI in gita non ufficiale.
Nel frattempo si sta avvicinando la testa del Tor des Geants: incroceremo gli ultimi durante la discesa.
8 settembre: Colle del Nivolet/Rifugio Savoia - Col de Leynir - Taou Blanc
Ancora una cima con quota tutt'altro che disdicevole: questa volta tocca al Taou Blanc, m. 3438, raggiunto dal Rifugio Savoia al Colle del Nivolet via Col de Leynir.
22 settembre: Macugnaga - Faderhorn
Una splendida giornata di sole vede andare a buon fine la salita da Macugnaga al Faderhorn.
28 settembre: Campello Monti - Lago e M. Capezzone
Continua il programma escursionistico del CAI Vercelli: è la volta della salita al M. Capezzone da Campello Monti.
12 ottobre: Barmasc - M. Zerbion
Penultima uscita ufficiale dell'anno per il CAI Vercelli: l'unica finestra di tempo accettabile consente di raggiungere la vetta del M. Zerbion.
19 ottobre: Diga di Place Moulin - Petite Tête de Bella Tsa
Una meravigliosa giornata autunnale con temperature praticamente estive è l'occasione buona per tentare l'avventurosa salita alla Petite Tête de Bella Tsa, in Valpelline.
27 ottobre: Cima Mutta
Un'altra splendida giornata di sole degnamente utilizzata per un sopralluogo per una futura gita CAI; è la volta della Cima Mutta, in Valsesia.
1° novembre: Corno Vitello
L'autunno si mantiene ottimo ma si prevede un netto peggioramento in settimana: è l'ultima occasione di raggiungere un 3000 prima dell'arrivo della neve. La scelta cade sul Corno Vitello (escursione 43).
2 novembre: Colma di Mombarone - M. Cavalgrosso - M. Cavalpiccolo - La Torretta
Gruppo CAI in gita non ufficiale nell'ennesima giornata di sole: una cavalcata in cresta ci permette di concatenare quattro cime del Biellese, la Colma di Mombarone, il M. Cavalgrosso, il M. Cavalpiccolo e La Torretta.
9 novembre: Fonteil - Croce di Fana
L'ultima uscita ufficiale CAI Vercelli viene dirottata a quote più basse del previsto a causa delle prime nevicate e di un nuovo peggioramento in arrivo. La scelta cade sulla facile Croce di Fana, raggiunta da Fonteil.
23 novembre: salita alla Res
Con la fortunatamente assolata salita valsesiana alla Res si chiude la stagione autunnale.
28-29 dicembre: Ceresole Reale - Ca' Bianca e Ceresole Reale - verso il Lago del Dres
Come già accaduto nel 2013, due giorni in rifugio - in questo caso il Muzio di Ceresole Reale - chiudono degnamente l'annata.

Inizio pagina

Torna all'album fotografico