AVVISO AI VISITATORI

A seguito del progetto di un nuovo collegamento funiviario tra Frachey e il Colle Superiore delle Cime Bianche nell'area protetta del Vallone delle Cime Bianche (Ambienti glaciali del gruppo del Monte Rosa, SIC/ZPS IT1204220), nonostante il sito rappresenti un impegno ormai ventennale portato sempre avanti con continuità, passione e dedizione, il webmaster non ritiene più opportuno indirizzare migliaia di escursionisti in una valle che non ha imparato ad amare, rispettare e proteggere se stessa, a meno che non intervengano elementi che scongiurino l'ennesimo attacco al suo ambiente.
Alla prima scadenza del dominio ayastrekking.it dopo l'apertura dei cantieri, pertanto, questo non verrà più rinnovato. Contemporaneamente verranno messi offline tutti i servizi associati, il canale YouTube e il forum.

AyasTrekking.it fa parte del gruppo di lavoro "Ripartire dalle Cime Bianche" che ha come scopo lo sviluppo in Ayas di un nuovo modello di turismo sostenibile e attento alle nuove necessità e richieste del mercato nazionale e internazionale.

Il webmaster

Per saperne di più visita il mini-sito Cime Bianche!

Questo messaggio viene visualizzato una sola volta per sessione

Informativa: questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Continuando la navigazione o cliccando sul pulsante OK acconsenti all'uso dei cookie.
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Delicious Condividi su Technorati
LA CAPPELLA SARTEUR
Mandriou
L'alpe Mezzan
Il Bec de Nana
Salita al Bec de Nana da Mandriou
Salita al M. Facciabella
Traversata in cresta del M. Facciabella
La cappella Sarteur è posta poco più in alto dell'Alpe Mezzan. È la seconda tappa del cammino verso il M. Facciabella (escursione 16) via Colle Vascoccia o verso la Falconetta (escursione 10), ma può anche costituire una meta a sè grazie alla sua posizione panoramica.
L'interno ospita un piccolo altare in legno sovrastato da un dipinto della Madonna circondato da un fregio rappresentante due rami le cui foglie rappresentano le frazioni di Ayas.
L'attuale costruzione risale al 1971, e sostituisce la precedente, del 1849, che è stata abbattuta perchè pericolante. Nel 2004 è stata consacrata a Notre Dame des Montagnards da Mons. Giuseppe Anfossi, Vescovo di Aosta, e don Roberto Favre della Parrocchia di Antagnod. Ogni anno il mattino del primo sabato di luglio viene celebrata una Messa.

Immagini presenti nella galleria: 7.

1. È il 31/3/2002, c'è ancora neve ma la cappella Sarteur è già ampiamente raggiungibile. Sullo sfondo il Colle Vascoccia.
2. La cappella Sarteur.
3. La cappella Sarteur e l'Alpe Vascoccia in estate, viste dal sentiero che porta al Bec de Nana (escursione 10).
4. La cappella Sarteur alla fine di ottobre 2005, con la nuova campana installata da pochissimo. Sullo sfondo lo Zerbion.
5. Pic-nic di gruppo al ritorno dalla Messa sulla Falconetta (14/8/2006).
6. Vista aerea della Cappella Sarteur.
7. Vista aerea della Cappella Sarteur con l'Alpe Vascoccia in secondo piano e, in basso, il sentiero proveniente dall'Alpe Mezzan.
Indietro