AVVISO AI VISITATORI

A seguito del progetto di un nuovo collegamento funiviario tra Frachey e il Colle Superiore delle Cime Bianche nell'area protetta del Vallone delle Cime Bianche (Ambienti glaciali del gruppo del Monte Rosa, SIC/ZPS IT1204220), nonostante il sito rappresenti un impegno ormai ventennale portato sempre avanti con continuità, passione e dedizione, il webmaster non ritiene più opportuno indirizzare migliaia di escursionisti in una valle che non ha imparato ad amare, rispettare e proteggere se stessa, a meno che non intervengano elementi che scongiurino l'ennesimo attacco al suo ambiente.
Alla prima scadenza del dominio ayastrekking.it dopo l'apertura dei cantieri, pertanto, questo non verrà più rinnovato. Contemporaneamente verranno messi offline tutti i servizi associati, il canale YouTube e il forum.

AyasTrekking.it fa parte del gruppo di lavoro "Ripartire dalle Cime Bianche" che ha come scopo lo sviluppo in Ayas di un nuovo modello di turismo sostenibile e attento alle nuove necessità e richieste del mercato nazionale e internazionale.

Il webmaster

Per saperne di più visita il mini-sito Cime Bianche!

Questo messaggio viene visualizzato una sola volta per sessione

Informativa: questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Continuando la navigazione o cliccando sul pulsante OK acconsenti all'uso dei cookie.
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Delicious Condividi su Technorati
IL BIVACCO CITTÀ DI MARIANO
St.-Jacques
Fiery
Il Gran Lago di Tzère
Salita al Colle Superiore delle Cime Bianche
Salita a bivacco Città di Mariano e Gran Lago di Tzère
Salita al Palon di Tzère
Il bivacco Città di Mariano, di proprietà della sezione CAI di Mariano Comense, è posto in posizione panoramica sulla spalla orientale del vallone delle Cime Bianche. È ancorato alle rocce della pietraia con alcuni cavi d'acciaio.
Si tratta  di una essenziale costruzione in lamiera, riverniciata in giallo e blu prima dell'estate 2008, con tetto a botte (alcune foto mostrano ancora la precedente colorazione rossa, meno indivuabile a distanza); l'interno può ospitare fino a 9 persone. L'arredamento è composto da 9 letti in tre colonne lungo le pareti laterali e il fondo, e da un tavolino centrale. In un angolo sono presenti alcuni piccoli scaffali che ospitano i viveri d'emergenza, nonchè alcuni medicinali, pentole, piatti, scodelle e un fornelletto da campo.
La dotazione comprende anche due pale, normalmente appoggiate alla parete esterna destra.
La vista di cui si può godere da quella posizione è notevole soprattutto sull'interno vallone delle Cime Bianche, sui Tournalin, sul Roisettaz e su buona parte della Valle d'Ayas. Il bivacco è vicino alla parete sud della Gobba di Rollin, per cui se ne vede solo la cornice di ghiaccio del Plateau Rosa; il resto del Rosa è coperto, così come il Cervino, mentre spunta per un soffio la Dent d'Herens.
In compenso la zona è il regno di camosci e stambecchi, e vederne qualcuno è molto probabile. Soprattutto i secondi sembrano essere particolarmente abituati alla presenza dell'uomo, e non ne sono spaventati.

Immagini presenti nella galleria: 9.

1. La Gobba di Rollin e la posizione del bivacco Città di Mariano, quasi invisibile ma evidenziato dal cerchio rosso.
2. Arrivo al bivacco.
3. Lato sud del bivacco, con la porta di ingresso.
4. Il bivacco (ancora rosso) e la Valle d'Ayas.
5. Il bivacco di fronte alle sagome del Grand Tournalin e del Roisettaz.
6. La targa sulla facciata del bivacco.
7. Il bivacco e il vallone delle Cime Bianche.
8. Il lato destro dell'interno del bivacco, con il tavolo, le scorte di viveri, le coperte e i letti.
9. Il bivacco con la prima neve; la colorazione è ancora quella rossa precedente al 2008.
Indietro alla pagina dei rifugi.