AVVISO AI VISITATORI

A seguito del progetto di un nuovo collegamento funiviario tra Frachey e il Colle Superiore delle Cime Bianche nell'area protetta del Vallone delle Cime Bianche (Ambienti glaciali del gruppo del Monte Rosa, SIC/ZPS IT1204220), nonostante il sito rappresenti un impegno ormai ventennale portato sempre avanti con continuità, passione e dedizione, il webmaster non ritiene più opportuno indirizzare migliaia di escursionisti in una valle che non ha imparato ad amare, rispettare e proteggere se stessa, a meno che non intervengano elementi che scongiurino l'ennesimo attacco al suo ambiente.
Alla prima scadenza del dominio ayastrekking.it dopo l'apertura dei cantieri, pertanto, questo non verrà più rinnovato. Contemporaneamente verranno messi offline tutti i servizi associati, il canale YouTube e il forum.

AyasTrekking.it fa parte del gruppo di lavoro "Ripartire dalle Cime Bianche" che ha come scopo lo sviluppo in Ayas di un nuovo modello di turismo sostenibile e attento alle nuove necessità e richieste del mercato nazionale e internazionale.

Il webmaster

Per saperne di più visita il mini-sito Cime Bianche!

Questo messaggio viene visualizzato una sola volta per sessione

Informativa: questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Continuando la navigazione o cliccando sul pulsante OK acconsenti all'uso dei cookie.
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Delicious Condividi su Technorati
BARMASC - ALPE MEZZAN VIA RU CORTOT
T

Salita: Barmasc - Cianciavellà - Alpe Mezzan via Ru Cortot.

Sentiero: 7/7a.
Tempo di percorrenza: 60 - 90 minuti.
Difficoltà: nessuna.

Il cammino inizia al parcheggio di Barmasc, raggiungibile da Antagnod tranquillamente in auto o a piedi seguendo l'itinerario 56. Il primo breve tratto è su strada sterrata, con una certa pendenza, e conduce a Cianciavellà, conosciuto anche come Pian delle Signore. È una radura pianeggiante sempre frequentatissima, ed è attraversata dal Ru Cortot, antico canale d'irrigazione.
Nota: questo punto può essere raggiunto dal Col de Joux come descritto nell'itinerario 61.
Raggiuntolo, si svolta a destra, imboccando il sentiero che costeggia il canale, addentrandosi nel bosco. È un tratto con una pendenza ridicola, senza alcuna difficoltà e senza possibilità di errore: si tratta solo di costeggiare il canale. Il sentiero alterna tratti nel bosco ad altri attraverso i pascoli, sfiorando alcuni alpeggi e passando sotto i cavi della seggiovia del Pian Pera (non funzionante in estate).
Poco dopo essere passati vicino a una baita ospitante un ponte radio, si offre la possibilità di imboccare la strada sterrata che porta direttamente all'Alpe Mezzan. Io ho scelto di proseguire lungo il canale.
Dopo un altro tratto il sentiero attraversa finalmente il pascolo sotto all'alpe. Il sentiero che vi conduce è inconfondibile, essendo l'unico sulla sinistra a essere costeggiato su entrambi i lati da due staccionate che delimitano i pascoli. Lo si segue, e si arriva infine all'Alpe Mezzan, dove è anche in funzione l'agriturismo "La Tschavana" (seguendo invece lo stesso sentiero ma a destra, verso il basso, si arriva velocemente a Mandrioux).
Discesa: Alpe Mezzan - strada sterrata - Ru Cortot - Cianciavellà - Barmasc.

Sentiero: 7/7a.
Tempo di percorrenza: 60 - 90 minuti.
Difficoltà: nessuna.

Per il ritorno ho scelto di percorrere il primo tratto della strada sterrata, anzichè il sentiero tra le staccionate. La strada parte sul retro dell'alpeggio, e scende in direzione opposta a quella del sentiero. È sufficiente seguirla, senza imboccare le diramazioni che salgono verso il Pian Pera, per arrivare direttamente quasi nei pressi del ponte radio.
Da lì il sentiero è lo stesso dell'andata: lungo il Ru Cortot fino a Cianciavellà, poi a sinistra, sulla sterrata fino al parcheggio di Barmasc.
TRACCIATO GPS
Tracciato GPS NOTA: il tracciato che fornisco è relativo ai MIEI movimenti nel giorno in cui ho percorso il sentiero, e può contenere imprecisioni dovute a miei spostamenti non inerenti il tragitto e ad errori dello strumento. Utilizzatelo come riferimento, eventualmente come traccia approssimata e per il calcolo delle distanze dai waypoint, e NON seguitelo se si dirige in posti assurdi.

Cliccare sull'immagine a sinistra per scaricare i due tracciati per il programma GPS TrackMaker.

Cliccare qui per scaricare il programma GPS TrackMaker

Il tracciato GPS dell'intero percorso: salita in blu, discesa in rosso (per qualche motivo il tracciato della discesa è più dettagliato). Cianciavellà è stato segnato in corrispondenza del ponticello sul Ru Cortot.
Il punto in cui i tracciati si separano corrisponde all'intersezione tra il Ru Cortot e la sterrata che porta all'Alpe Mezzan. In salita ho scelto il sentiero, in discesa la sterrata.
Note meteorologiche:
Nessuna particolare annotazione da fare. La zona è assolata per buona parte del giorno e non è particolarmente sensibile agli annuvolamenti.
Periodo consigliato:
È possibile effettuare questa passeggiata per buona parte dell'anno, direi da Maggio, ammesso che non ci sia più neve, a ottobre e oltre, in anni buoni.
Attrezzatura:
Una volta tanto potete fare questa passeggiata senza bisogno di scarponi; bastano delle comuni scarpe da ginnastica Portatevi qualcosa di nutriente per il pranzo, e non dimenticate qualche quadretto di cioccolato. Mettete nello zaino un K-Way o una mantella impermeabile, non si sa mai.
Incontri:
Incontrerete sicuramente molta gente sul vostro cammino. Se cercate di vedere degli animali, forse è meglio altrove. All'Alpe Mezzan è comune sentire i fischi delle marmotte, e magari con molta fortuna e un binocolo potrete anche vederne.
Inserisci qui le tue esperienze relative a questo itinerario!


Copia il codice scritto qui sopra:
Registrati su Ayas Trekking Network per aggiungere una foto ai tuoi commenti!
* La dimensione massima ammessa per un'immagine è 25MB. L'upload deve terminare entro 120 secondi. Se necessario l'immagine verrà ridimensionata fino a rientrare nella sagoma limite di 800x800 pixel.
Nota: i tag HTML non sono ammessi. Vengono salvati i commenti completi di valutazione, nome e testo. Non viene raccolto alcun dato allo scopo di identificare il mittente.
I commenti che dovessero superare il filtro automatico ma saranno considerati inadatti, offensivi verso chiunque e qualunque cosa o contenenti messaggi pubblicitari o spam verranno rimossi o modificati ad insindacabile giudizio del webmaster.
Le opinioni espresse nei commenti non rispecchiano necessariamente quelle del webmaster. I messaggi che saranno rimossi manualmente rimangono visibili fino al momento della loro cancellazione; il webmaster non si assume la responsabilità del loro contenuto.
Commenti già inseriti (5):
5. Sunday Walkers 03/10/2016, 18.42.50
Utente non registrato
Valutazione:
Bellissima camminata, molto semplice e molto tranquilla fatta domenica 2 ottobre: boschi e vista stupendi. Adatto veramente a tutti! Peccato che gli agriturismi fossero già chiusi.. avrei provato il loro gelato :)
4. Tulipano selvatico 01/08/2015, 23.14.20
Utente registrato
Età: 54 anni

Valutazione:
Bella e piacevole passeggiata da fare anche con bambini al seguito che si distraggono camminando accanto al ru cortot. Fatta nella nostra attuale formazione completa: oltre a 2 quasi quarantenni bambini di 7, 5, 3 anni e 5 mesi. Anche il piccolo di 3 anni ha camminato per lunghi tratti (fiduciosi avevamo lasciato a casa lo zainetto). Arrivati alla Tchavana premiatevi almeno con il loro gelato: ne vale la pena!
3. Pierangela 23/07/2015, 20.41.08
Utente non registrato
Valutazione:
Bellissimo: avendo io problemi ad una gamba, abbiamo fatto questa escursione il 22-7-15. Bel paesaggio, sentiero tenuto benissimo, interessante la storia del canale. Purtoppo, ci siamo fermati poco all'Alpe causa inizio temporale...ci torneremo!
Grazie per il sito!
2. PL 29/05/2014, 19.52.01
Utente registrato
Età: 53 anni

Valutazione:
Piacevole passeggiata e interessante storia del ru cortot. In famiglia con due bambini di 6 e 9 anni, un mercoledi di fine maggio, tempo variabile ma solo qualche goccia di pioggia. E complimenti per il sito!
1. Daniel 19/06/2009, 19.31.28
Utente non registrato
Valutazione:
Passeggiata carina, facilissima, adatta alle famiglie con bambini piccoli. Non a chi cerca tranquillità e solitudine.
Indietro all'elenco degli itinerari