AVVISO AI VISITATORI

A seguito del progetto di un nuovo collegamento funiviario tra Frachey e il Colle Superiore delle Cime Bianche nell'area protetta del Vallone delle Cime Bianche (Ambienti glaciali del gruppo del Monte Rosa, SIC/ZPS IT1204220), nonostante il sito rappresenti un impegno ormai ventennale portato sempre avanti con continuità, passione e dedizione, il webmaster non ritiene più opportuno indirizzare migliaia di escursionisti in una valle che non ha imparato ad amare, rispettare e proteggere se stessa, a meno che non intervengano elementi che scongiurino l'ennesimo attacco al suo ambiente.
Alla prima scadenza del dominio ayastrekking.it dopo l'apertura dei cantieri, pertanto, questo non verrà più rinnovato. Contemporaneamente verranno messi offline tutti i servizi associati, il canale YouTube e il forum.

AyasTrekking.it fa parte del gruppo di lavoro "Ripartire dalle Cime Bianche" che ha come scopo lo sviluppo in Ayas di un nuovo modello di turismo sostenibile e attento alle nuove necessità e richieste del mercato nazionale e internazionale.

Il webmaster

Per saperne di più visita il mini-sito Cime Bianche!

Questo messaggio viene visualizzato una sola volta per sessione

Informativa: questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Continuando la navigazione o cliccando sul pulsante OK acconsenti all'uso dei cookie.
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Delicious Condividi su Technorati
2016
Il 2016 si apre con poca neve. La prima uscita, il 6 gennaio, è a caccia della Punta Leretta, che però anzichè essere innevata come necessario è circondata da rododendri. A seguire, e con un po' più di neve, la salita da Champorcher al rifugio Dondena e da qui il tentativo di raggiungere il Lago Miserin, fallito però a causa del peggioramento del tempo.
La scarsità di neve caratterizza anche una delle uscite invernali del CAI, che ripiega su un M. Tobbio immerso nelle nubi e spazzato dal vento.
Ancora brutto tempo (e nevicata in corso) per la successiva salita alla Croce di Fana, la gita di S. Valentino.
L'ultima ciaspolata ufficiale CAI viene decurtata del primo giorno a causa di una nevicata in pianura, mentre la salita al Rifugio Jervis del secondo giorno è un successo e si svolge finalmente con il sole.
Gratificata dal sole e da temperature finalmente gradevoli anche la salita oltre il Lago delle Locce del 20 marzo, ultima dell'inverno, ma a Pasquetta il tempo torna bruttino senza comunque impedire il raggiungimento del RIfugio Crête Sèche.
Aprile si apre con un lungo anello da Isoverde comprendente il M. delle Figne e i Laghi del Gorzente; prosegue con la primaverile alla Testa di Comagna via Bechaz e la zingarata elvetica al ponte tibetano di Carasc e immensa camminata per Bellinzona.
L'8 maggio va finalmente a segno la gita in Val Gargassa, ereditata dal programma CAI 2015 e allora saltata per maltempo, mentre il 25 ancora nuvole e vento per la classica Torgnon - Becca d'Aver - Cima Longhede.
Giugno si apre con la salita alla Tête du Bois de Quart da St.-Oyen/Cerisey via Vallone di Flassin e discesa via Alpe Citrin inferiore: previsioni meteo sbagliatissime e gita quasi completamente sotto la pioggia, tuttavia resa divertentissima dall'ingegno necessario a superare due guadi. Il maltempo continua e il 12 per sfuggirgli sconfiniamo in Francia dove mettiamo a segno la salita al M. Malamot e alla Pointe Droset, superando i 2900 per la prima volta dell'anno.
6 gennaio - Punta Leretta
Ciaspolata mancata per scarso innevamento, che si conclude all'alpe plan Dou Juc, nei pressi della Punta Leretta.
10 gennaio - Champorcher - Dondena
Lunga semi-ciaspolata da Champorcher verso il Lago Miserin, non raggiunto (per poco) causa esaurimento della traccia e meteo in peggioramento.
31 gennaio - M. Tobbio
La seconda ciaspolata del CAI "Alla ricerca della neve" si trasforma, a causa dell'innevamento ovunque scarso o nullo e del vento forte, in una gita appenninica. Nella foto, il gruppo dei partecipanti in vetta al M. Tobbio.
14 febbraio - Croce di Fana
Condizioni meteo sul pessimo andante per questa ciaspolata sociale CAI: nella foto il gruppo sotto la neve in vetta alla Croce di Fana.
3 marzo - Ceresole Reale - Rifugio Jervis
Il week-end sulla neve del CAI, ultima uscita ufficiale invernale, viene accorciato a causa del maltempo e di un'inopportuna nevicata anche in pianura; tuttavia il secondo giorno è buono e possiamo salire tranquillamente fino al rifugio Jervis. Nella foto, il gruppo sul pianoro del rifugio.
20 marzo - Macugnaga - Rifugio Zamboni-Zappa - Lago delle Locce
Finalmente una bella giornata di sole accompagna la ciaspolata da Macugnaga al Rifugio Zamboni-Zappa via Belvedere (senza seggiovia), e da qui fin oltre il Lago delle Locce.
28 marzo - Rifugio Crête Sèche
La gita di Pasquetta è ancora una volta accompagnata da meteo non proprio ottimale, che comunque non impedisce di raggiungere come da programma il RIfugio Crête Sèche.
3 aprile - Isoverde - M. delle Figne - Cascina Carrosina - Laghi del Gorzente - Isoverde
Le condizioni meteo e della neve sconsigliano gite su Alpi e Prealpi, quindi la scelta cade obbligatoriamente sulla Liguria. È l'occasione per percorrere il lungo (~24 km) anello Isoverde - M. delle Figne - Cascina Carrosina - Laghi del Gorzente - Isoverde.
11 aprile - Arbaz - Bechaz - Testa di Comagna - Col Tzecore
Gita di inizio primavera con qualche nevaio: la salita da Arbaz alla Testa di Comagna con ritorno via Col Tzecore. Ancora una volta il tempo non ci assiste e la passeggiata finisce bagnata.
25 aprile - Monte Carasso - San Defendente - Ponte di Carasc - Curzutt - Monte Carasso
Splendida (anche se ventosa e freddina) giornata di sole, dedicata questa volta ad uno sconfinamento in Svizzera, con percorso ad anello culminante sul ponte tibetano di Carasc. A seguire lunghissima camminata per Bellinzona con visita ai tre castelli.
8 maggio - Val Gargassa
L'anello della Val Gargassa è una delle gite CAI saltate nel 2015 e slittate nel programma 2016. Fortunatamente viene recuperata con successo e con una notevole partecipazione in una giornata non soleggiatissima ma comunque accettabile e una volta tanto asciutta.
22 maggio - Torgnon - Becca d'Aver - Cima Longhede
Ennesima giornata con meteo dubbio, tante nuvole e vento. La doppia meta di oggi comprende la salita alla Becca d'Aver e alla Cima Longhede da Torgnon.
2 giugno -Saint Oyen/ Cerisey - Tête du Bois de Quart
Le previsioni meteo completamente sbagliate portano a percorrere questo percorso ad anello (Saint Oyen/Cerisey - Tête du Bois de Quart via Flassin - discesa via Alpe Citrin Inferiore) quasi completamente sotto la pioggia. Due guadi lungo il percorso di salita vengono superati in modo creativo e divertente.
12 giugno - Colle del Piccolo Moncenisio - M. Malamot e Pointe Droset - Forte Varisello
Il maltempo non dà tregua e per sfuggirgli emigriamo in Francia per "bucare" per la prima volta del 2016 i 2900 metri. Le vette scelte e raggiunte con pieno successo sono il M. Malamot e la Pointe Droset, m. 2917, con salita dal Colle del Piccolo Moncenisio via Lac Perrin - Lac Giaset e discesa sul versante opposto per visitare il Forte Varisello. Chiude l'anello di 26 km il lungo ritorno al Piccolo.
20 giugno - Ceresole Reale - Laghi di Bellagarda - Punta di Pelousa
Finalmente una bella giornata di sole consente un'escursione con il panorama che merita: la meta scelta è la Punta di Pelousa da Ceresole Reale via Laghi di Bellagarda.
26 giugno - Punta Chaligne
Un'altra bella giornata accompagna la salita alla Punta Chaligne.
3 luglio - Barba Ferrero
Appuntamento ufficiale ormai annuale la salita al Rifugio Barba Ferrero, questa volta per la festa di apertura stagionale.
10 luglio - Place Moulin - Rifugio Nacamuli
Una nuova salita ad un rifugio ancora mai visto: il Nacamuli, in Valpelline, raggiunto dalla diga di Place Moulin.
17 luglio - Rifugio Savoia - Colle di Nivoletta - Punta Basei
È un successone la salita del CAI Vercelli dal Rifugio Savoia alla Punta Basei, che con i suoi 3338 m. rappresenta il punto più alto raggiunto nell'intero programma 2016. Il cielo blu di una giornata assolutamente perfetta accompagna i 30 camminatori fino in vetta nonostante gli estesi nevai residui e qualche piccola difficoltà tecnica.
24 luglio - Dondena - Col Pontonnet - Tour Ponton
Nuova spedizione oltre i 3000, non accompagnata da un meteo paragonabile alla settimana precedente ma comunque coronata dal successo: la salita da Dondena alla Tour Ponton, m. 3101.
1° agosto - Valnontey - Bivacco Money - Alpe Money - Bivacco Borghi
Agosto si apre al meglio con una gita che potremmo considerare leggendaria: la salita da Valnontey al Bivacco Money e la traversata via Alpe Money al Bivacco Borghi. Una cavalcata che a fine giornata fa segnare una percorrenza di 27,5 km.
4 agosto - St.-Remy - Colle Malatrà - Rifugio Bonatti - Lavachey
Una traversata lungo l'Alta Via n. 1, dalla Valle del Gran S. Bernardo alla Val Ferret via Comba di Merdeux - Colle di Malatrà, messa a segno prima del previsto peggioramento del tempo.
7-8 agosto - La Thuile/La Joux - Rifugio Deffeyes - Grand Assaly
Grande gita su una cima fino ad oggi considerata mitica e irraggiungibile: il Grand Assaly, nel gruppo del Rutor. La salita - con pernottamento al Rifugio Deffeyes - comprende un avvicinamento su praterie di alta quota seguito da terreno detritico e ghiacciaio (10-20°) fino a quota 3002; una placca esposta di II introduce sulla cresta finale, che sbuca in vetta dopo numerosi passaggi inferiori al II a volte esposti su blocchi. 1 doppia in discesa. Difficoltà PD-. Sull'avventura di questi due giorni è stato scritto il "diario del Grand Assaly" e pubblicato il relativo video.
11 agosto - Champoluc - Testa Grigia
Gita sicuramente nota, ma sempre piacevole, con eccezionale panorama e buon dislivello. Oggi portiamo Luca sul Testa Grigia (escursione 20) per la sua prima volta.
13 agosto - La Ferrere - Bivacco Chentre-Bionaz - Punta Dzalou
Un'altra cima a cui giravamo intorno da un po', ed ecco finalmente la salita alla Punta Dzalou, in Valpelline, un nuovo 3000.
Eccellente e calda giornata, salita più che soddisfacente ma faticosa su terreno non sempre facile.
19 agosto - Barmasc - Colle Pillonet - M. Tantanè - Col Portola - Barmasc
Giornata non eccellente, ma le nuvole non impediscono di ripetere l'anello Pillonet - Tantanè - Portola (escursione 48+variante 48b+ritorno escursione 23), condito con qualche piccola difficoltà tecnica che lo rende più interessante.
21 agosto - Covarey - Lac Gelè - M. Avic - Pra Oursie - Covarey
Eravamo già stati sul M. Avic ma ci mancava la traversata: il tentativo va a buon fine oggi, per chiudere in bellezza le vacanze.
29 agosto - Ceresole Reale/Lago del Serrù - Colle della Losa
Gita non lunghissima in attesa di un peggioramento meteo (che arriverà solo in serata): la salita dal Lago del Serrù al Colle della Losa, m. 2970, sul confine tra il Parco del Gran Paradiso e il Parc de la Vanoise.
4 settembre - Chamonix/Flégère - Lac Blanc
Sconfinamento in Francia per la prima gita CAI dopo la pausa di agosto: la facile camminata da Chamonix/Flégère al Lac Blanc, con panorama sul Monte Bianco.
11 settembre - Simplonpass - Monte Leone Hütte - Punta Terrarossa
Sconfinamento in Svizzera per un bellissimo percorso ad anello con partenza e arrivo al Sempione, passaggio dalla Monte Leone Hütte e punto più alto ai 3246 m. della Punta Terrarossa o Wasenhorn.
19 settembre - Niel - Colle di Lazouney - Passo del Maccagno - Colle di Loo - Punta Lazouney
Una bella giornata di sole accompagna questa soddisfacente escursione in Valle di Gressoney: da Niel al Passo del Maccagno, al confine con la Valsesia, via Colle di Lazouney; discesa e traversata al Colle di Loo e salita alla Punta Lazouney con ritorno nuovamente via Colle di Lazouney.
25 settembre - anello in Valgrisenche
Una ben riuscita gita sociale del CAI Vercelli: un lungo anello in Valgrisenche, con passaggio dal Rifugio Bezzi.
3 ottobre: Ceresole Reale - Colle della Crocetta - Punta Crocetta
Eccellente giornata di sole con salita da Ceresole Reale alla Punta Crocetta (m. 2824) via Colle della Crocetta - Colle della Terra della Fertà.
30 ottobre - Ca' di Janzo - Cima Mutta - Museo Walser di Rabernardo
Altra eccezionale giornata di sole adeguatamente sfruttata in Valsesia con la salita del CAI Vercelli da Ca' di Janzo alla Cima Mutta e successiva visita del Museo Walser di Rabernardo.
31 ottobre - Champdepraz/Covarey - Lago della Serva
Giornata un po' velata e soprattutto poco tempo a disposizione: ci sta comunque la salita al Lago della Serva da Covarey, con percorso ad anello, per concludere piacevolmente il mese.
1° novembre - Ceppo Morelli/Mondelli - Alpe Colla - Alpe Cortenero - colle q. 2518
Ad un anno esatto dalla prima visita all'Alpe Cortenero, questa volta procediamo oltre alla ricerca di una via di salita al Marigal lungo la cresta nord che risulterà però già innevata. Nonostante la cima mancata, novembre si è aperto alla grande con una bellissima gita in una meravigliosa giornata dai colori autunnali al di sopra dell'inversione termica e di fronte alla est del Rosa.
13 novembre - Piancavallo - M. Morissolo - M. Spalavera
Il programma escursionistico 2016 del CAI Vercelli questa volta si chiude in bellezza con un (facile) percorso ad anello a cavallo dei confini del Parco della Valgrande e la salita al M. Morissolo e al M. Spalavera.
27 novembre - Calasca-Castiglione - Croce Cavallo
Primo contatto con la nuova neve del futuro inverno alla Croce Cavallo (m. 1904), raggiunta da Calasca-Castiglione.

Inizio pagina

Torna all'album fotografico