AVVISO AI VISITATORI

A seguito del progetto di un nuovo collegamento funiviario tra Frachey e il Colle Superiore delle Cime Bianche nell'area protetta del Vallone delle Cime Bianche (Ambienti glaciali del gruppo del Monte Rosa, SIC/ZPS IT1204220), nonostante il sito rappresenti un impegno ormai ventennale portato sempre avanti con continuità, passione e dedizione, il webmaster non ritiene più opportuno indirizzare migliaia di escursionisti in una valle che non ha imparato ad amare, rispettare e proteggere se stessa, a meno che non intervengano elementi che scongiurino l'ennesimo attacco al suo ambiente.
Alla prima scadenza del dominio ayastrekking.it dopo l'apertura dei cantieri, pertanto, questo non verrà più rinnovato. Contemporaneamente verranno messi offline tutti i servizi associati, il canale YouTube e il forum.

AyasTrekking.it fa parte del gruppo di lavoro "Ripartire dalle Cime Bianche" che ha come scopo lo sviluppo in Ayas di un nuovo modello di turismo sostenibile e attento alle nuove necessità e richieste del mercato nazionale e internazionale.

Il webmaster

Per saperne di più visita il mini-sito Cime Bianche!

Questo messaggio viene visualizzato una sola volta per sessione

Informativa: questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Continuando la navigazione o cliccando sul pulsante OK acconsenti all'uso dei cookie.
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Delicious Condividi su Technorati
VALNONTEY - BIVACCO MONEY
EE
Il Bivacco Money è posto a 2872 m. di quota sul fianco orientale della Valnontey, all'interno del Parco del Gran Paradiso.
Si tratta del classico bivacco a botte in metallo, simile a molti altri come il Bivacco Città di Mariano, dipinto in giallo per aumentarne la visibilità. È punto d'appoggio per la salita a vette come la Torre del Gran S. Pietro, le Punte Patrì, la Torre di S. Orso.
È noto inoltre come punto eccezionalmente panoramico sulla testata della Vanontey, sul gruppo del Gran Paradiso (nella foto a sinistra) e sulle cime di confine con il Piemonte (Punta Ceresole, Testa di Valnontey ecc.) che dividono la Valnontey dalla Valle di Noaschetta.
Il percorso per raggiungere il bivacco, con partenza dall'abitato di Valnontey, è di media lunghezza (circa 8,3 Km sola andata) con un dislivello di poco più di 1200 m., diluiti però su circa metà dello sviluppo dal momento che il cammino comprende lunghi tratti quasi pianeggianti.
Le difficoltà tecniche non sono eccessive ma sono presenti tratti con traccia a terra poco visibile o nulla, lungo i quali ci si orienta seguendo tacche gialle e ometti di pietre, alcuni punti attrezzati con canaponi e catene, diverse pietraie, terreno morenico friabile, traversi leggermente esposti.
La camminata pertanto è consigliata a chi abbia un minimo di esperienza, ma sa ripagare con l'immersione in un ambiente eccezionale, tra cime che raggiungono i 4000 metri, ghiacciai e stambecchi.
Con una brevissima variante ed eliminando la parte finale della salita questo percorso consente anche di raggiungere l'Alpe Money.
Salita: Valnontey m. ~1666 - Bivacco Money m. 2872 EE

Sentiero: 22, 22C.
Tempo di percorrenza: 3h30' - 4h'.
Difficoltà: alcuni tratti attrezzati e/o esposti, pietraie.

1. La partenza da Valnontey. Si rimane inizialmente sulla destra orografica del torrente.
2. Uscita da Valnontey la strada diventa sterrata.
3. Dove la strada è chiusa si attraversa il torrente.
4. La strada sulla sinistra orografica.
5. Al bivio per Pra Su Pia si procede a sinistra.
6. Si riattraversa il torrente riportandosi sulla destra orografica.
7. Attraversamento di Valmianaz. A destra un'utile fontanella.
8. Il sentiero 22 lascia la strada verso sinistra.
9. Si procede su larga mulattiera.
10. Al bivio 22/22C si procede a destra su quest'ultimo.
11. Salita sul 22C con gradoni.
12. Il primo tratto attrezzato.
13. Sentiero esposto sulla sinistra.
14. Il secondo tratto attrezzato con canapone.
15. Traverso panoramico con leggeri saliscendi.
16. Il ponte metallico prima dell'ultimo bivio.
17. Il bivio: a destra ci si porta verso l'Alpe Money, a sinistra verso il bivacco.
18. Attraversamento di una piccola pietraia.
19. Tratto su prato con rododendri.
20. Gli ometti di pietre conducono verso una morena.
21. Si risale la morena tra rocce e rododendri.
22. Superata la prima morena ci si dirige verso la seconda.
23. Risalita della seconda morena su terreno detritico.
24. Si percorre la cresta della morena prima su erba...
25. ... e poi su detriti.
26. Finita la cresta della morena si risale sulla pietraia sovrastante.
27. Avvicinamento alla bastionata rocciosa che comprende l'ultimo tratto attrezzato (in azzurro). A sinistra il bivacco Money.
28. Il tratto attrezzato che permette di superare la barra rocciosa.
29. Risalita lungo la catena.
30. Ultimo traverso su pendio erboso.
31. Il traverso finale è a tratti esposto a sinistra.
32. Arrivo al Bivacco Money.

La partenza di questo itinerario è a Vanontey; qui sono presenti diversi parcheggi e fontanelle dove fare scorta d'acqua.
Si inizia a camminare mantenendosi sulla strada sulla destra orografica del Torrente Valnontey (foto 1), evitando dunque i ponti che portano a diverse destinazioni (es. Rifugio Vittorio Sella, Giardino Botanico Paradisia ecc.).
Superato l'abitato la strada diventa sterrata (foto 2) e si incontrano segnavia 22; piega poi leggermente a destra seguendo l'andamento del torrente e supera il campeggio Gran Paradiso.
Dopo circa 10' di cammino si incontra un ponte in legno (foto 3); qui è necessario attraversare il torrente perchè la strada che prosegue sulla destra orografica è chiusa per motivi di sicurezza (situazione a luglio 2019).
Si procede dunque sulla riva opposta (foto 4) scartando la diramazione a destra (foto 5) per Pra Su Pia raggiungendo così un nuovo ponte (foto 6); si riattraversa il torrente riprendendo il cammino sulla strada originaria, sempre segnata come sentiero 22, sulla destra orografica.
Si raggiunge e supera Valmianaz (foto 7), dove è presente una fontanella.
Dopo 8-10' da Valmianaz si incontra una diramazione a sinistra, indicata da un chiaro segnavia 22 e una freccia gialla dipinti su una roccia (foto 8): qui alzandosi con qualche gradino in pietra si abbandona la strada definitivamente, prima che questa del resto attraversi il torrente per tornare indietro sulla riva opposta.
La salita continua ora in lieve pendenza su larga mulattiera senza alcuna difficoltà (foto 9) fino ad incontrare, dopo pochi minuti, un nuovo bivio (foto 10). Qui il sentiero 22 procede dritto verso la testata della valle e gli altri bivacchi (Borghi ecc.), mentre per il Bivacco Money - indicato a 2h40' sulla palina - si procede a sinistra sul sentiero 22C, che sale ora a tornanti con alcuni gradoni (foto 11).
Intorno a quota 2080 si esce definitivamente dal bosco. Poco più su, a quota 2095 circa, si affronta il primo dei tre tratti attrezzati (foto 12): si tratta di un passaggio con alcuni gradini metallici seguito da una placca con un canapone, a cui seguono un segmento di sentiero orizzontale ma piuttosto esposto sulla sinistra (foto 13) e una nuova serie di ampi tornanti in salita, meno ripidi del tratto precedente il canapone.
Si incontra così il secondo tratto attrezzato, una facile placchetta dotata sulla sinistra di un canapone blu come il precedente (foto 14).
Si procede poi su un lungo e panoramico traverso (foto 15) con lievi saliscendi fino ad un ponte metallico su un rivolo (foto 16). La portata massima dichiarata di questo ponte è di 5 persone.
Poco dopo il sentiero si biforca (foto 17); dritti si raggiunge velocemente l'Alpe Money, mentre per il bivacco omonimo, indicato ora a 1h25', si svolta a sinistra attraversando una piccola pietraia dove la traccia è indicata da frecce e ometti (foto 18) e successivamente un prato con rocce affioranti e rododendri (foto 19) fino a raggiungere un piccolo altopiano dove la traccia a terra si perde ma la direzione è indicata da ometti di pietre (foto 20) che portano verso una morena.
Questa viene risalita seguendo la traccia che, ora riapparsa, procede tra i rododendri evidenziatata anche da ometti e segni gialli (foto 21). Raggiunta la sommità della morena si effettua poi un traverso su prato - con segnavia e ometti - in direzione di una seconda morena (foto 22).
La risalita di questa seconda morena è su terreno detritico e, per sua natura, friabile (foto 23). Si incontrano ancora segni gialli.
Una volta raggiunta la cresta la si segue in salita verso sinistra. Questa cresta si presenta inizialmente erbosa (foto 24) e poi, quando ci si sta avvicinando alla sua fine, nuovamente detritica (foto 25).
Terminata la cresta - oltre la quale ci si affaccia sul Ghiacciaio del Coupé de Money - si risale sul conoide di pietraia sovrastante, ripido ma con traccia a terra generalmente visibile e segnalata ancora dai consueti segni di vernice gialla (foto 26). Questo tratto di salita porta a piegare gradualmente verso sinistra, in direzione della bastionata rocciosa al di sopra della quale si vede già il bivacco Money.
Raggiunta la quota della base della bastionata si traversa in debole salita (foto 27) fino a raggiungere la parete, dove si trova l'ultimo tratto attrezzato.
Questo, benchè tecnicamente non particolarmente impegnativo, si può considerare il passaggio chiave dell'intero percorso qui descritto; si tratta di una sorta di cengia, prima moderatamente ripida e poi quasi verticale negli ultimi metri, esposta a sinistra e attrezzata con una catena metallica ancorata in più punti (foto 28). Il passaggio presenta comunque, oltre alla catena, numerosi appoggi e appigli che mantengono comunque basso il grado di difficoltà (foto 29).
Superata dunque la bastionata si percorre un ultimo traverso in leggera salita (foto 30), in alcuni punti ancora piuttosto esposto a sinistra (foto 31), che conduce velocemente al bivacco (foto 32).


33. Il Bivacco Money e il gruppo del Gran Paradiso sullo sfondo.
Discesa: Bivacco Money m. 2872 - Valnontey m. ~1666 EE

Sentiero: 22C, 22.
Tempo di percorrenza: 2h20' - 3h00'.
Difficoltà: alcuni tratti attrezzati e/o esposti, pietraie.

34. Ripartenza dal bivacco lungo il traverso.
35. Discesa lungo la catena.
36. Dopo la catena si perde quota su terreno detritico.
37. Sentiero sulla parte alta della morena.
38. Discesa dalla morena sul lato destro.
39. Lasciata la morena si attraversa il sottostante pianoro.
40. Dopo il pianoro si scende ancora tra rocce e rododendri.
41. Attraversamento di una piccola pietraia.
42. Incontro col sentiero (in blu) proveniente dall'Alpe Money.
43. Ritorno sul ponte metallico.
44. Discesa con tornanti.
45. Ultimo tratto attrezzato.
46. Discesa a tornanti nel bosco.
47. Incontro con il sentiero 22 sul fondovalle.
48. Il sentiero lungo il torrente.
49. Vermianaz.
50. Il ponte che conduce sulla sinistra orografica. Il sentiero a destra è chiuso per motivi di sicurezza.

Per tornare a valle si seguirà poi in senso inverso lo stesso percorso utilizzato per salire.
Si lascia il bivacco sul sentiero 22C (foto 34) che effettua un traverso con punti esposti fino a raggiungere la cengia attrezzata con la catena (foto 35). Questo punto rimane naturalmente il "passaggio chiave" anche della discesa, e va affrontato faccia a monte tenendosi saldamente alla catena (o alle rocce, qualora si preferisse disarrampicare - nel caso la difficoltà è intorno al II) e utilizzando i numerosi appoggi, a volte in spaccata, non facendo affidamento sui ciuffi d'erba che potrebbero essere pericolosamente scivolosi.
Finita la catena si ritrova il sentiero, che scende gradualmente su terreno detritico (foto 36), con traccia a terra visibile e segni gialli sulle rocce, fino a raggiungere la parte sommitale della morena. Qui il sentiero, sempre identificato da numerosi segni gialli, prosegue la discesa mantenendosi sul filo della cresta o leggermente a destra (foto 37). Il suolo è leggermente instabile e richiede ancora una certa attenzione.
Dopo poche centinaia di metri si lascia la cresta scendendo a destra con veloci tornantini (foto 38) fino a portarsi sul piano sottostante, sempre morenico ma parzialmente erboso, che viene attraversato grossomodo in direzione NNO (foto 39); la traccia a terra a tratti scompare, ma rimangono da seguire i segni gialli e alcuni ometti di pietre.
Alla fine del pianoro si continua la discesa (foto 40) su traccia più visibile tra prati, rocce e rododendri.
Più in basso si attraversa una piccola pietraia (foto 41), con frecce gialle e ometti di pietre, e poco dopo ci si riunisce al sentiero 22D proveniente dall'Alpe Money (foto 42). Qui si procede dritti mantenendosi sul 22C.

Nota: svoltando invece a sinistra è possibile raggiungere in breve l'Alpe Money e successivamente effettuare un lungo traverso in discesa fino alla testata della Valnontey, al termine del quale si può risalire verso i bivacchi circostanti (Pol, Grappein, Borghi, Martinotti) o descrivere il tratto di ritorno sul fondovalle.
Lasciata alle spalle la zona del Money si raggiunge e attraversa il ponte metallico (foto 43) dopo il quale si percorre un lungo traverso panoramico fino al secondo punto attrezzato (placcetta con canapone, vedi foto 14).
Dopo il canapone si scende con tornanti; un nuovo traverso leggermente esposto a destra porta all'ultimo punto attrezzato con canapone e gradini(foto 45).
Scendendo con ripidi tornanti si supera così la quota del limite superiore del bosco (foto 46) fino a raggiungere il fondovalle, dove si riincontra il sentiero 22 lungo il fiume (foto 47) che va seguito naturalmente verso destra.
Nota: qualora al bivio nei pressi di Money si fosse scelto di procedere verso la testata della valle, a questo punto si arriverebbe dal sentiero di sinistra.
Dopo un tratto di ampio sentiero nel bosco (foto 48) si incontra la strada e si procede nella stessa direzione superando Vermianaz (foto 49). Dopo Vermianaz si attraversa il torrente Valnontey sul ponte (foto 50) a causa del sentiero sulla destra orografica chiuso, e si procede così per un tratto sulla sinistra sempre su strada, scartando le diramazioni che si allontanano dal torrente, fino al successivo ponte, che permette di riportarsi sulla destra orografica.
Qui l'ultimo tratto di strada riporta infine a Valnontey.
CARTINA
Cartina La cartina del percorso da Valnontey al Bivacco Money, comprendente anche la deviazione lungo la strada sulla sinistra orografica.
Sono riportate le posizioni dei tratti attrezzati, i principali sentieri, i corsi d'acqua, gli edifici, le strade e le isoipse a 20 m.

Cliccare sull'immagine per scaricare una dettagliata cartina vettoriale in formato PDF e il tracciato GPS per GPS Trackmaker, per Google Earth e in formato GPX.

PROFILO ALTIMETRICO
Profilo altimetrico
Il profilo altimetrico del percorso dal parcheggio di Valnontey al Bivacco Money.
È subito evidente come tutta la prima parte di cammino, sulle strade di fondovalle, sia quasi pianeggiante, con un modestissimo guadagno di quota diluito in oltre 3 Km di sviluppo.
La salita inizia dopo aver lasciato la strada, con il sentiero che prende quota fino al secondo canapone, a cui segue un traverso con leggerissimi saliscendi lungo qualche centinaio di metri.
Dopo il bivio in corrispondenza del quale inizia il sentiero 22D per l'Alpe Money si riprende a salire, si scavalca la prima morena e si risale la seconda, di cui si segue poi la cresta fino al suo termine.
Qualche decina di metri su terreno detritico porta alla cengia attrezzata con catena; da qui un ultimo traverso pressochè orizzontale conduce al Bivacco Money.
Note meteorologiche:
La zona non è caratterizzata da una particolare tendenza agli annuvolamenti. Va tuttavia considerato l'orientamento a nord della valle.
Periodo consigliato:
Il periodo ideale per affrontare questo itinerario va da luglio - a disgelo completato o quasi - alle prime nevicate. Qualche nevaio residuo in punti non critici, tuttavia, potrebbe non essere sufficiente ad impedire la salita.
Attrezzatura:
L'itinerario in condizioni estive non richiede attrezzatura tecnica particolare. Sono sufficienti scarponcini con buona tenuta, abbigliamento da media montagna adatto alla stagione, acqua e cibo per la giornata.
Frequentazione:
La Vanontey è ben frequentata soprattutto durante la stagione estiva; la salita al bivacco, benchè non breve, è comunque un percorso conosciuto.
Inserisci qui le tue esperienze relative a questo itinerario!


Copia il codice scritto qui sopra:
Registrati su Ayas Trekking Network per aggiungere una foto ai tuoi commenti!
* La dimensione massima ammessa per un'immagine è 25MB. L'upload deve terminare entro 120 secondi. Se necessario l'immagine verrà ridimensionata fino a rientrare nella sagoma limite di 800x800 pixel.
Nota: i tag HTML non sono ammessi. Vengono salvati i commenti completi di valutazione, nome e testo. Non viene raccolto alcun dato allo scopo di identificare il mittente.
I commenti che dovessero superare il filtro automatico ma saranno considerati inadatti, offensivi verso chiunque e qualunque cosa o contenenti messaggi pubblicitari o spam verranno rimossi o modificati ad insindacabile giudizio del webmaster.
Le opinioni espresse nei commenti non rispecchiano necessariamente quelle del webmaster. I messaggi che saranno rimossi manualmente rimangono visibili fino al momento della loro cancellazione; il webmaster non si assume la responsabilità del loro contenuto.
Ancora nessun commento per questo itinerario! Inserisci il tuo!
Indietro all'elenco degli itinerari